COMPORTAMENTO

Il nostro coniglietto che vive in casa con noi fa parte della nostra famiglia e come membro desidera comunicare con noi e dobbiamo capire cosa lui ci vuole dire.

Il coniglio comunica in 4 modi:

  • Linguaggio del corpo
  • Marcatura o flehmen
  • Comunicazione vocale
  • Prossemica

LINGUAGGIO DEL CORPO

I nostri lapini usano svariate posture per comunicare con noi,  variando la postura del corpo o la posizione delle orecchie per esprimere sottomissione, paura, aggressività , soddisfazione, rilassamento, ecc..

Se un coniglio è rilassato si sdraia su un fianco o sull’addome, distendendo le zampe posteriori.

Se un coniglio ha paura si acquatta tutto, si irrigidisce ed ha gli occhi spalancati (in questo caso si può vedere anche la parte bianca degli occhi), le orecchie abbassate sulla schiena: in questo modo il coniglio cerca di rendersi poco visibile.

Quando invece, sbatte le zampe posteriori ci possono essere 2 interpretazioni: o ha percepito un pericolo e sta dando l’allarme oppure è arrabbiato.

Se il vostro coniglio di tanto in tanto vi dà  delle leccatine vuole dirvi che vi vuole tanto bene.

(Cleo nel suo momento di relax)

Quando strofina il mento su un oggetto significa che considera di sua proprietà  quell’oggetto oppure che quello è il suo territorio.

Quando sta dritto sulle zampe posteriori (omino), vuol dire che è incuriosito da qualcosa.

Durante la giornata è molto probabile che potrete osservare il vostro coniglio che si scrolla le zampine e leccarsi, ciò significa che si sta facendo la toelettatura e che non lo dobbiamo disturbare.

Quando il vostro lapino vi darà delle musatine alle gambe, significa che vuole un pò di coccole e attenzioni da parte vostra.

Quando si rotolerà  per terra vuol dire che è felice.

A volte può capitare che mentre fate le coccole al vostro coniglietto lui possa battere i denti, non vi preoccupate, questo comportamento all’equivalente delle fusa feline e vuole dirvi che gli piace molto quello che gli state facendo.

Invece, quando se ne va scalciando vuol dire che è arrabbiato e vuole essere lasciato in pace.

Quando salta e corre come se fosse impazzito vuole comunicarvi che è felice e sta bene.

MARCATURA

I conigli usano gli odori per comunicare con gli altri membri del loro gruppo e con i soggetti estranei. Possono marcare o emettendo feci o strofinando il mento sugli oggetti.

Marcatura con feci: il coniglio può emettere delle feci per marcare il suo territorio.

Le feci usate per marcare vengono depositate singolarmente, in punti diversi del territorio. Se toglierete le feci che lui ha lasciato è molto probabile che le rifaccia di nuovo. Questo comportamento di marcatura è riscontrabile nel periodo della maturazione sessuale e si può risolvere solo con la sterilizzazione.

Marcatura con lo strofinamento del mento: i conigli sotto il mento hanno delle ghiandole che rilasciano una secrezione che può essere percepita anche da altri conigli. Lui tenderà  a marcare con il mento oggetti, persone e altri conigli che fanno parte del suo gruppo.

Flehmen: è un particolare modo di annusare che facilita la percezione dei ferormoni ed il loro trasferimento all’organo di Jacobson, un organo extrasensoriale che si trova alla base del setto nasale e collegato al palato. Quando il coniglio fa il Flehmen, il suo naso si muove su e in già molto velocemente e dilatando le narici per far passare meglio l’odore dei ferormoni. Alla fine del Flehmen il coniglio fa un saltello con una scrollatina di testa e si lecca le labbra.

COMUNICAZIONE VOCALE

Quando un coniglio produce rumore con i denti, come una specie di scricchiolio, significa che è contento e che sta provando piacere. I conigli esprimono vocalmente anche quando sono arrabbiati con una specie di ringhio, quindi smettete subito di fare quello che state facendo altrimenti vi beccherete un bel morso. Un altro suono che emettono i conigli è il grido quando è  veramente terrorizzato e spaventato oppure quando viene attaccato da un predatore.

PROSSEMICA

La prossemica è il modo in cui i conigli comunicano tra di loro attraverso le loro posizioni. A questo proposito ci sono 3 posizioni particolari: per esempio usiamo la comunicazione tra un coniglio ed un umano:

  1. Posizione di approvazione: se il padrone guarda nella stessa direzione del coniglio vuol dire che approva quello che sta facendo;
  2. Posizione di neutralità : se il padrone è in posizione laterale rispetto al coniglio assume un atteggiamento neutrale;
  3. Posizione di opposizione: se il padrone guarda nella direzione opposta rispetto a quella del coniglio vuol dire che non approva quello che sta facendo.

Tags: , , , ,