ANATOMIA DENTALE DEL CONIGLIO

I lagomorfi si differenziano dai roditori per la presenza di 6 incisivi invece di 4. La mandibola di un coniglio presenta, per ogni lato, un incisivo, due premolari e tre molari. La mascella presenta due incisivi, tre premolari e tre molari; assenza di canini, sostituiti da un ampio spazio vuoto.

Le due coppie di incisivi superiori sono sovrapposte:  una coppia più grande davanti ed una più piccola dietro, chiamati retro incisivi. In condizioni normali gli incisivi inferiori si infilano fra le 2 coppie superiori per tagliare il cibo.Il cibo tagliato viene inviato dalla lingua ai molari dove viene macinato.

La struttura interna dei denti è uguale a quella degli altri mammiferi: dentina, smalto, cemento e polpa. Nei conigli la dentina e il cemento crescono in continuazione quindi i denti crescono senza limiti.

La corretta masticazione e una corretta dieta mantengono i denti alla giusta misura. La masticazione nei conigli è composta da 3 fasi diverse:

  • Una preparatoria, durante la quale gli incisivi tagliano il cibo in piccoli pezzetti che la lingua invierà  ai molari;
  • Una masticatoria, nella quale i molari macinano il cibo secondo un complesso movimento ciclico;
  • Una che precede la deglutizione.

La prima fase è quella che mantiene la giusta lunghezza degli incisivi, mentre la seconda, per sfregamento, regola la forma dei molari. La superficie tagliente dei molari è costituita da uno strato di smalto che consumandosi più lentamente del cemento e della dentina sporge all’esterno per andare ad incastrarsi nello spazio fra i molari contrapposti formando la tipica struttura a zig-zag.

Quando la masticazione non è regolare, le forme e le misure dei denti si perde causando la cosiddetta malocclusione.

Tags: , , , , , ,